Skip to content

4 Motivi per passare alle lenti a contatto

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su tumblr
Tumblr

Esclusione di responsabilità:

Le informazioni contenute in questo articolo hanno esclusivamente scopo informativo e in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.
Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

L’occhiale da vista è l’ausilio visivo più antico e il più utilizzato da noi ametropi! L’occhiale è bello, confortevole e segue la moda!
Alcuni lo usano come un vero e proprio accessorio di moda, unendo così l’utile al dilettevole, ma non dimentichiamoci che esistono anche le lenti a contatto!
Le lenti a contatto infatti sono un’evoluzione, se vogliamo azzardarci, più tecnologica dell’occhiale, che però non devono essere banalizzate e considerate come un accessorio scontato, in quanto sono dei veri e propri ausili visivi che entrano nel nostro corpo!

Come scegliere tra le varie opzioni di lenti a contatto quella migliore?

Scegliere gli occhiali  è un po’ la soluzione naturale, quella a cui siamo abituati da sempre, quella che diamo quasi per scontato, ed è anche la più giusta come primo approccio al mondo della correzione visiva, ma ora con le lenti a contatto possiamo scegliere  una valida alternativa da poter utilizzare nelle nostre giornate!

Meglio gli occhiali o le lenti a contatto?

Te lo dico subito: non esiste una risposta perfetta, perché un ausilio non esclude l’altro, e soprattutto: l’ausilio migliore da utilizzare dipende dalle nostri abitudini!
Quindi ti do un consiglio, stai alla larga da un ottico che non dedichi almeno dieci minuti del suo tempo per capire meglio chi sei, cosa fai, dove lavori, che hobby hai, ecc…

In entrambi i casi una buona scelta, sulla quale prevale il gusto e, in ogni caso, la salute degli occhi.

Ma iniziamo con lo sfatare alcuni miti sulle lenti a contatto.

Grazie agli sviluppi di nuove tecnologie, è ora disponibile una gran varietà di lenti a contatto, sia per uso correttivo della visione, sia per uso estetico.
Chi indossa gli occhiali può ora passare alle lenti a contatto facilmente e in sicurezza; infatti le vecchie obiezioni che alcuni riservavano all’uso delle lenti a contatto oggi non sono più valide.
Per esempio un mito da sfatare è che le lenti a contatto costano di più.
In realtà spesso sono meno costose di tanti occhiali con montature di marca presenti oggi sul mercato. Sempre che, ovviamente, si tratti di una soluzione adatta a te e che non ti comporti problemi di salute!

4 Benefici delle lenti a contatto

Una ricerca ha stabilito una correlazione fra l’esposizione ai raggi UV e le patologie dell’occhio a breve e a lungo termine, per questo motivo è importante conoscere i rischi a cui esponiamo i nostri occhi d’estate e sapere come difenderci.

  • Visione più naturale: dato che le lenti a contatto, proprio come si può intuire dal nome, sono a contatto con la nostra cornea, queste ci offrono una visione più naturale, dove gli oggetti appaiono nella giusta dimensione e posizione, senza alcuna distorsione. Cosa che, se pur limitata, non accade con gli occhiali, proprio a causa della distanza tra l’occhio e la lente dell’occhiale può variare, e questo fa sì che gli oggetti possano apparire più grandi o più piccoli di quanto siano. Lo stesso accade ai tuoi occhi se sono “dietro” a degli occhiali, che spesso possono sembrare più piccoli di quanto siano normalmente, cosa che con le lenti a contatto non accade!
  • Campo di visone e visione periferica: le lenti a contatto danno una visione periferica migliore e più ampia rispetto agli occhiali perché seguono i movimenti degli occhi e restano sempre perfettamente centrate, cosa che non accade con gli occhiali che purtroppo rimangono fissi ed ancorati al naso!
    Con gli occhiali poi le astine della montatura bloccano la visione periferica, e inoltre quando si muovono gli occhi non si guarda più attraverso la zona ottica della lente, con il risultato che la visione è più distorta e sfocata.
  • Miglior comfort sul posto di lavoro e nello sport: le lenti a contatto sono molto indicate negli sport di movimento o di contatto, come il calcio o la boxe, dove l’utilizzo di un occhiale potrebbe creare dei disagi o dei cali di performance!
    Cosa che non può accadere con le lenti a contatto proprio perché ci offrono una sensazione di libertà e di visione nitida che l’occhiale non può offrirci in certe situazioni.
    Le lenti sono a loro volta utili anche nei cosi detti lavori “estremi”, come gli ambienti dove è necessaria una continua pulizia a causa dell’appannamento dell’occhiale (infatti le lenti a contatto non si appannano), oppure nei lavori dove bisogna avere degli abbigliamenti speciali e ingombranti che rendono difficoltoso l’uso dell’occhiale!
  • Soluzione estetica migliore: in caso di miopie – ipermetropie elevate, dove le lenti degli occhiali devono essere molto spesse per poter correggere il difetto visivo, rischiando cosi di creare un occhiale pesante e a volte antiestetico – nelle miopie acute si rischia di creare una lente che faccia apparire gli occhi molto piccoli, anche se alcune lenti di ultima generazione possono ridurre sensibilmente questi inconvenienti- si possono usare le lenti a contatto per poter evitare il problema.
    Inoltre la compensazione con lenti oftalmiche produce un rilevante rimpicciolimento delle immagini, che induce un peggioramento dell’acutezza visiva e una riduzione complessiva della qualità visiva, cosa che non accade utilizzando lenti a contatto
    Per questo le lenti a contatto, garantendo una qualità estetica più naturale, vengono scelte dal soggetto al fine di migliorare l’estetica dell’occhio e del volto, evitare l’ansia generata dall’uso dell’occhiale, eliminare l’influenza negativa dell’occhiale sulla qualità della comunicazione interpersonale.

Parlando invece tecnicamente possiamo dire che le lenti a contatto sono molto utili per i soggetti che hanno una differenza notevole tra le diottrie dei due occhi, Infatti mentre la compensazione con l’occhiale altera la dimensione dell’immagine, rendendo così difficile la fusione binoculare delle due immagini, la compensazione con lenti a contatto è ottimale perché altera in modo trascurabile la dimensione dell’immagine retinica e quindi non induce difficoltà nella visione binoculare

A favore degli occhiali c’è da segnalare una scelta sterminata di modelli e colori, che si trasformano in un elemento decorativo importante, aumentano l’espressività, si integrano e accentuano la personalità di chi li indossa e aggiungono un elemento caratterizzante o distintivo molto utile quando è necessario farsi notare e non passare inosservati.

In conclusione: meglio occhiali o lenti a contatto?

Dipende dalle esigenze visive.
Senza dubbio le lenti a contatto rappresentano una valida alternativa all’occhiale, a cui potrebbero essere affiancate o potrebbero addirittura essere consigliate in presenza di certe condizioni visive. L’ottico è il riferimento corretto per valutare la soluzione più opportuna.

Domande frequenti sulle lenti a contatto

Non posso portare le lenti a contatto se sono astigmatico?

Al giorno d’oggi le persone con astigmatismo possono indossare le lenti a contatto grazie al sistema di stabilizzazione che aiuta a mantenere le lenti sempre in posizione corretta, così che non si spostino quando ammicchi, sposti lo sguardo, o muovi la testa.
Questo ti offre visione ottimale in qualsiasi situazione.

Le lenti a contatto possono provocare infezioni agli occhi?

Se segui la corretta procedura di pulizia e manutenzione, il rischio di infezioni è molto basso.
Lavati sempre bene le mani prima di toccare le lenti e segui i consigli dell’Ottico sulla loro cura.

Le lenti a contatto possono finire dietro l’occhio?

È fisicamente impossibile che la lente finisca “dietro” l’occhio.
Una sottile membrana ricopre l’occhio e lo connette internamente alla palpebra, evitando che qualsiasi cosa finisca dietro l’occhio. Le lenti non si possono quindi spostare dalla superficie anteriore dell’occhio. Allo stesso modo, è impossibile che la lente a contatto si “perda” nell’occhio: basta ruotare  l’occhio in modo da vedere la posizione della lente a contatto.

Le lenti a contatto possono restare incastrate nell’occhio?

Le lenti a contatto non restano mai incastrate nell’occhio e possono essere facilmente rimosse con il metodo raccomandato dall’Ottico.

È difficile aver cura delle lenti a contatto?

Prendersi cura delle lenti a contatto è semplice e non dà praticamente problemi.
Pulire e riporre le lenti a contatto a ricambio frequente occupa davvero pochi dei 1.440 minuti che compongono la giornata. E se scegli lenti a contatto giornaliere usa e getta, ti basterà semplicemente toglierle e gettarle alla fine della giornata.

Le lenti a contatto possono fuoriuscire dall’occhio e andare perdute?

Se indossate nel modo corretto, le lenti a contatto stanno al loro posto. Anche nella rara occasione in cui una lente a contatto morbida dovesse muoversi dalla posizione corretta, rimane nell’occhio sino a quando non la togli. Sbattere alcune volte le palpebre dovrebbe riportare la lente nella posizione corretta. In caso contrario, lavati le mani e massaggia delicatamente la palpebra, oppure sposta la lente con il dito.

Bambini e ragazzi possono portare le lenti a contatto?

Molti ragazzi e perfino bambini portano le lenti: l’utilizzo corretto dipende più da atteggiamenti e comportamenti responsabili che dall’età. Chiedi consiglio all’Ottico e leggi il nostro articolo su lenti a contatto per bambini e ragazzi.

Le persone sopra i quarant’anni possono indossare le lenti a contatto?

Le lenti a contatto possono essere portate a qualsiasi età.
Con l’avanzare dell’età, molte persone hanno bisogno degli occhiali da lettura. Se porti le lenti non avrai il fastidio di cambiare occhiali per leggere un giornale, un libro o un menù.

Le lenti a contatto possono aumentare la miopia nei bambini?

I bambini che indossano le lenti a contatto non subiscono un incremento della miopia rispetto ai bambini che indossano gli occhiali.

Condividi sui social!
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su tumblr
Tumblr

Articoli correlati