Skip to content

5 Consigli per proteggere gli occhi dal sole

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su tumblr
Tumblr

Esclusione di responsabilità:

Le informazioni contenute in questo articolo hanno esclusivamente scopo informativo e in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.
Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Gli effetti della luce del sole

La luce del sole accanto ai numerosi benefici che apporta al nostro organismo come la produzione di vitamina D e la stimolazione del buon umore, esalta i meccanismi di difesa del sistema immunitari ma se non “affrontato” nella maniera corretta può avere degli effetti negativi sul nostro corpo.

L’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti del sole, in assenza di adeguata protezione è alquanto dannosa non solo per la pelle ma anche per gli occhi, specialmente nei luoghi in cui è presente molto riverbero, come la spiaggia, la piscina e la montagna!

Chi sono i soggetti più a rischio?

Le categorie più a rischio sono quelle dei bambini e degli anziani, proprio perché la cornea e il cristallino, i nostri filtri naturali che hanno la capacità di proteggere gli occhi dai raggi ultravioletti, sono più o meno efficienti, anche a seconda dell’età, ma se non riescono e a filtrare bene i raggi UV sono necessari dei filtri artificiali per proteggere i nostri occhi.

Quali sono i rischi dei raggi UV?

Una ricerca ha stabilito una correlazione fra l’esposizione ai raggi UV e le patologie dell’occhio a breve e a lungo termine, per questo motivo è importante conoscere i rischi a cui esponiamo i nostri occhi d’estate e sapere come difenderci.

I rischi più comuni possono essere la secchezza oculare, determinata dalle alte temperature che in genere si verificano d’estate e che fanno sì che la componente acquosa del film lacrimale evapori con conseguente irritazione, arrossamento, senso di corpo estraneo, prurito e fotofobia!

Sempre a causa del sole possiamo essere colpiti anche dalla cheratocongiuntivite attinica, un’infiammazione acuta che coinvolge sia la congiuntiva sia la cornea: i sintomi sono lacrimazione, dolore, gonfiore alle palpebre, sensazione di sabbia negli occhi, vista annebbiata o ridotta.

Ricordiamoci però che l’eccesso di UV può portare sia a rischi comuni e reversibili per gli occhi (che ognuno di noi magari ha anche già provato) ma anche a danni più gravi e seri!

Infatti anche se il sole colpisce maggiormente la parte più esterna dell’occhio (cornea e cristallino) riducendone la trasparenza e provocando danni che possono aggravarsi con l’età, la struttura che più facilmente può subire dei danni è la retina, le cui cellule possono andare incontro a morte.
Infatti nei casi più gravi si rischia una “maculopatia fototraumatica”: purtroppo si tratta di un danno che potrebbe essere irrimediabile poiché, a causa dei raggi ultravioletti non filtrati, può generare una cicatrice sulla retina nella zona maculare.

Le conseguenze possono essere anche molto gravi, con perdita temporanea o permanente della visione centrale (ad esempio una macchia al centro del campo visivo perché la retina è stata danneggiata).

Come proteggere gli occhi dal sole?

Quindi è sempre fondamentale proteggere gli occhi mettendo occhiali da sole dotati di filtri a norma di legge, ricorrendo a tali protezioni in tutte le situazioni in cui ci sia una forte esposizione ai raggi ultravioletti (mare, montagna o lampade e lettini abbronzanti), e qualora compaiano fastidi, come il bruciore, rossore e fotofobia, è consigliabile recarsi dall’oculista che, una volta formulata l’esatta diagnosi, quando necessario prescriverà la terapia idonea.

È consigliabile dunque usare gli occhiali da sole, che non sono solo un accessorio di moda, ma sono anche e soprattutto strumenti di protezione dei nostri occhi.

Il sole è alla base della nostra vista e, senza dubbio, la vista significa vita, ma ogni fonte di energia può diventare pericolosa, se non controllata.

I danni di un irraggiamento eccessivo non sempre si avvertono subito ma, a volte, si sommano nel tempo.

Per evitare di danneggiare gli occhi in età adulta, non basta proteggersi dal sole, occorre cominciare a proteggere gli occhi da bambini e continuare anno dopo anno.

La prevenzione al giorno d’oggi è piuttosto facile: gli occhiali di qualità proteggono non solo dai raggi ultravioletti frontali ma anche da quelli riflessi dall’interno della lente.

Una raccomandazione tanto fondamentale quanto ovvia è quella di non guardare mai direttamente il sole.

Nel caso in cui lo si voglia osservare, ad esempio quando si verifica un’eclissi solare, è necessario fare uso di filtri speciali non bastano assolutamente gli occhiali scuri ordinari, ma bisogna acquistare filtri specifici!

Ricordati quindi di proteggere sempre i tuoi occhi con delle lenti protettive e di utilizzare anche delle lacrime artificiali per mantenere idratato l’occhio!

I 5 Consigli da seguire per proteggere gli occhi dal sole

  1. Usa occhiali da sole protettivi!
    La vista va protetta dai raggi ultravioletti, evitando di esporsi nelle ore centrali della giornata e utilizzando occhiali da sole adeguati. Le lenti devono garantire protezione contro i raggi UV.
  2. Usa le lacrime artificiali!
    Mantieni idratati i tuoi occhi con le lacrime artificiali, dato che l’eccessivo caldo e sole potrebbe far evaporare la tua lacrima e rendere gli occhi troppo secchi!
  3. Luteina, Mangia sano e bevi tanta acqua!
    Vitamine e sali minerali aiutano a combattere l’accumulo dei cosiddetti “radicali liberi” che possono danneggiare le diverse strutture oculari e soprattutto la retina. Queste sostanze definite “antiossidanti” sono la vitamina A, C ed E, il betacarotene e la luteina, elementi come lo zinco e il selenio. Si trovano nella frutta come arance, kiwi, albicocche e nella verdura come peperoni, pomodori, carote e soprattutto quelle a foglia verde come spinaci, broccoli, lattuga, ecc. E’ dunque consigliabile consumare abbondanti porzioni di questi alimenti.
    La luteina è un pigmento giallo che si trova in molti vegetali, frutta, grano e anche tuorlo d’uovo. Nel nostro organismo si accumula soprattutto nell’occhio e in particolare nella macula. La luteina oltre ad essere un potente antiossidante in grado di proteggere le strutture oculari dai danni dei radicali liberi, insieme alla zeaxantina, suo isomero, forma il “pigmento maculare”, una sorta di “filtro” che assorbe i raggi della luce blu e quelli ultravioletti (UV) impedendo alle radiazioni nocive di raggiungere e danneggiare il tessuto sensibile della retina.
  4. Usa il cappello!
    Una protezione ulteriore arriva dal cappello, che evita ai raggi non filtrati dalle lenti di non arrivare a infastidire il tuo occhio!
  5. Non guardare direttamente la luce del sole!
    Nel caso in cui lo si voglia osservare, ad esempio quando si verifica un’eclissi solare, è necessario fare uso di filtri speciali non bastano assolutamente gli occhiali scuri ordinari, ma bisogna acquistare filtri specifici
Condividi sui social!
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su tumblr
Tumblr

Articoli correlati